27/10/2016
CVA 2017: bozza calendario

Si è tenuta la consueta riunione con i circoli del CVA per condividere la programmazione del prossimo anno.
In allegato la bozza, quasi definitiva, del Calendario CVA 2017.



4/12/2016
Serie A1: Miracolo a Pavia! Sinalunga ancora salvo

Il TC Sinalunga compie un vero proprio capolavoro sportivo, andando ad impattare sui campi in erba sintetica pavesi guadagnandosi così ancora per l'edizione 2017 la permanenza nella massima serie nazionale, dopo la vittoriosa sfida dell'andata.
La tribolata stagione senese aveva visto concludere la fase a gironi a secco di punti con l'aggiunta degli infortuni a Giovanni Galuppo e Nahuel Fracassi, pedine fondamentali nello scacchiere chianino.
La vittoria dell'andata aveva riacceso qualche timida speranza, ma la trasferta lombarda si presentava molto insidiosa, sia per la superficie (erba sintetica, che comunque avrebbe esaltato ancora di più le giocate di Bracciali, ma non avrebbe messo a proprio agio gli altri) sia perchè Pavia poteva ruotare come n.1 o il fortissimo Jan Henrych o il davisman croato Skugor.
Nella giornata odierna, al termine dei singolari, la situazione sembrava abbastanza compromessa. A eccezione di Daniele Bracciali che impartiva una lezione di gioco sulle superficie veloci (la classe non è acqua!), per il resto erano sconfitte; Nahuel Fracassi cedeva al termine di un match infuocato,  Giovanni Galuppo dopo un primo set giocato alla grande cedeva al riacutizzarsi dell'infortunio e al bravo De Rossi, mentre il ceco Jan Henyrch confermava ancora di più il suo valore contro il malcapitato Pietro Licciardi.
I doppi "allineati" davano i due punti finali. Bracciali/Oleznjack lasciavano solamente 3 giochi alla coppia Henrich/Colarini. Il "doppio povero" vedeva alla fine la decisiva vittoria di Sinalunga in un match da ricordare a lungo, ancora una volta come due anni fa in occasione della promozione in Serie A1 Fracassi e Galuppo siglavano il punto decisivo in un doppio oltre i limiti del cardiopalma!
Ancora una volta Sinalunga si conferma tra le prime 16 squadre d'Italia.
Bravi davvero.

AMP Pavia - TC Sinalunga 3-3 (andata 2-4)
Heinrich b. Licciardi 64 60
De Rossi b. Galuppo 57 60 62
Bracciali (S) b. Comasco 61 61
Vico b. Fracassi 26 64 64
Bracciali/Olejzniack (S) b. Colarini/Heinrich 63 60

Fracassi/Galuppo (S) b. Comasco/De Rossi 75 57 108


21/10/2016
Campionati Provinciali 2017 4^ categoria

La FIT, nell'ambito dei Tornei di Prequalificazione agli Internazionali d'Italia BNL 2017, ha previsto la disputa dei Campionati Provinciali di 4^ categoria "Road to Foro".

I Campionati Provinciali qualificheranno ai Campionati Regionali di 3^ categoria un numero di giocatori proporzionale al numero degli iscritti (1 ogni 16).

Gli stessi giocatori qualificati saranno poi sorteggiati in un tabellone che servirà per la qualificazione ai Campionati Internazionali di 4^ categoria di Roma.

Per la nostra Provincia i Campionati si disputeranno ad Arezzo dal 2 al 15 gennaio.

Gare previste: singolare 4^ categoria maschile e femminile, doppio 4^ categoria maschile e femminile. 

Le gare maschili si disputeranno al Ct Giotto, quelle femminili al Ct Arezzo.

Potranno partecipare solo i giocatori tesserati per il 2017 per un circolo della Provincia di Arezzo.

I tesseramenti per l'anno 2017 potranno essere effettuati dai primi di dicembre. Si consigliano pertanto i circoli di provvedere con congruo anticipo al tesseramento dei propri atleti che intendono partecipare ai primi appuntamenti agonistici del nuovo anno, anche in considerazione che la Segreteria del CRT sarà chiusa durante le festività natalizie.

La quota di iscrizione ai Campionati Provinciali, fissata dalla FIT, è di 38 euro per il singolare e di 21 euro a testa per il doppio.

  


29/11/2016
“Viva il tennis”: un set point per l’inserimento dei giovani disabili al Tennis Club Castiglionese


Io sono bravo. Bravissimo“. Pierantonio,  ospite della casa di Pinocchio, struttura per disabili di Castiglion Fiorentino, non ha dubbi: il tennis fa per lui. Come per Angela e gli altri ragazzi protagonisti del progetto “Viva il tennis” che ha trasformato racchetta e pallina in strumenti d’inclusione sociale. Presentato sabato 26 novembre, ha riunito al Tennis Club Castiglionese gli operatori della Cooperativa sociale Koine, lo staff tecnico del Tennis Club Castiglionese, i formatori del Comitato Paraolimpico. E poi le istituzioni locali e quindi le imprese, sia pubbliche che private.

Il tennis è un tassello del mosaico che rappresenta VIVA, cioè il progetto Vita Indipendente Valdichiana, messo a punto dai Comuni della Valdichiana aretina, dall’Usl Toscana Sud Est e da Koinè.

La prima fase del progetto ha visto una fase formativa in cui lo staff tecnico si è impegnato ad apprendere le tecniche di relazione e le metodologie da utilizzare nel campo della disabilità. Poi i ragazzi del progetto hanno iniziato un corso preliminare per imparare i fondamentali del tennis e gli istruttori si sono messi a disposizione per affinare la tecnica dei giovani disabili. Adesso è il momento di allenamenti costanti, 2 volte alla settimana, fino al completamento del progetto che avverrà nella prossima primavera. Obiettivo dichiarato è quello di costruire un modello di scuola tennis “speciale”, completo di raccolta testuale e video, da presentare in un futuro convegno e da esportare in altre realtà sportive.

Il progetto VIVA IL TENNIS ha raccolto l’adesione di Regione Toscana, Comune di Castiglion Fiorentino, Coni, Federazione Italiana Tennis e Comitato Italiano Paralimpico. Il progetto è stato sostenuto da Pastificio Fabianelli, Estra, Conad, Joma e Castellani Sport.

E’ un onore ed un privilegio, per il Tennis Club Castiglionese – ha affermato stamani il Presidente Giuseppe Pianaccioli –  essere il motore di un progetto così importante. Siamo fieri del nostro staff  tecnico che si è immerso fin da subito, con passione e dedizione, in un percorso tanto bello quanto impegnativo. Un grazie ad Edoardo Cerofolini, tutor e formatore del progetto, e a Stefania Battaglini di Koiné perché senza di lei anche noi non avremmo potuto osare così tanto. Ma il grazie più grande va ai protagonisti del progetto “Viva il tennis” ovvero i ragazzi del Progetto Viva e della Casa di Pinocchio, perché è grazie al loro entusiasmo contagioso che siamo arrivati così in alto. Spero solo che questo sforzo non rimanga isolato e, mi auguro, che anche altri circoli a noi vicino possano ripetere un’esperienza unica ed entusiasmante. Un grazie anche all’ Amministrazione Comunale di Castiglion Fiorentino per il supporto iniziale ed agli sponsor che ci stanno sostenendo dimostrando grande sensibilità“.

Il tennis e quindi lo sport sono elementi fondamentali per l’inclusione sociale dei giovani – ha aggiunto Stefania Battaglini, referente Koinè. I ragazzi della casa di Pinocchio si sono già misurati con la scrittura e la fotografia. Queste iniziative sono perfettamente coerenti con la logica che ci ha guidato nella progettazione della Casa di Pinocchio, il cui modello di gestione è ispirato alla riproduzione del clima familiare, alla apertura al territorio, alla integrazione con la rete dei servizi pubblici, al coinvolgimento attivo degli enti locali, della Usl, delle famiglie e delle associazioni. In questo caso del Tennis Club Castiglionese che ringraziamo, insieme alle istituzioni e agli sponsor, per la grande attenzione dimostrata”.

Protagonisti di questo progetto, insieme ai ragazzi della casa di Pinocchio e del Progetto Viva, gli istruttori del Circolo Tennis che hanno raccontato stamani non solo l’esperienza ma anche l’emozione di insegnare in un modo del tutto nuovo: Chiara Ballotti, Valerio Ballerini e Maia Bacci. E con loro Edoardo Cerofolini del Comitato Paralimpico supervisore del progetto.

Un’idea ampiamente condivisa dalle istituzioni. Il Sindaco di Castiglion Fiorentino, Mario Agnelli, ha sottolineato la sua passione per il tennis ed ha rivolto il suo apprezzamento ai dirigenti e agli istruttori del Circolo: “in passato sono stati capaci di insegnare a me e questa è la garanzia che il progetto VIVA può funzionare. Il Circolo tennis Castiglionese è fortemente cresciuto in questi anni ma adesso è veramente andato oltre ogni aspettativa. Qui stiamo dimostrando a tutti che lo sport è veramente alla portata di tutti“.

Quando mi fu presentato il progetto non fu difficile individuare nel tennis club castiglionese un potenziale partner ideale affinché tutti i migliori intenti del progetto stilato da Koinè si potessero realizzare. Si è trattato infatti, dell’incontro di due eccellenze che ognuna nel proprio settore non hanno mai smesso di progredire, aggiornarsi e di dare nuova linfa ad iniziative dedicate alle fasce di età più giovani. Era quindi facilmente prevedibile che dalla loro unione, finalizzata all’inserito dei soggetti con disabilità, sia nato un fortunato sodalizio motivo di orgoglio per tutta la comunità castiglionese. Sono certa che continueremo a celebrare gli sviluppi di questo cammino ancora per molto tempo” sostiene Silvia Del Giudice, assessore alle Politiche Sociali del Comune di Castiglion Fiorentino e prima sostenitrice del progetto VIVA.

L’intento è quello di abbattere le barriere architettoniche e mentali al fine di includere le persone che presentano un disagio mentale e fisico nella società diminuendo così il pregiudizio nei loro confronti e le difficoltà che essi incontrano nei vari percorsi sociali. Un grazie alle associazioni sportive locali che si adoperano affinché questi disagi vengano se non annullati almeno diminuiti” dichiara Sauro Bartolini, consigliere delegato allo sport per il Comune di Castiglion Fiorentino ed appassionato di tennis.

La vice Presidente del Consiglio regionale, Lucia De Robertis, ha dichiarato che “una rete, una volta tanto, non è una barriera ma un segno d’inclusione sociale. La rete di questo campo da tennis non serve a divedere ma ad unire: enti pubblici, aziende, cooperative, famiglie, federazioni sportive. Il nostro obiettivo è contribuire allo sviluppo e al sostegno sia dell’autonomia personale che dell’assistenza domiciliare evitando l’istituzionalizzazione“. De Robertis ha quindi consegnato le targhe della Regione Toscana ai promotori del progetto. che ha ottenuto la collaborazione delle imprese, sia pubbliche che private.

Insieme nel  nome del tennis, dello sport e dell’inclusione sociale. Oggi – ha ricordato il Presidente di Estra, Francesco Macrìsu questo campo non ci sono 2 o 4 giocatori ma un’intera comunità che sostiene un’innovativa esperienza d’inclusione sociale. Il Tennis Club Castiglionese e la cooperativa sociale Koinè si sono resi disponibili ad una vera e  propria sperimentazione.  Estra sostiene questa esperienza perchè ha nel suo Dna imprenditoriale anche la visione dello sport quale strumento di aggregazione e d’inserimento sociale. Estra Sport Club ne è una prova: l’aggregazione di 36 tra società e associazioni sportive del territorio con oltre 6mila atleti”.

Dal pubblico al privato con Luca Fabianelli, quarta generazione dei titolari del pastificio di Castiglion Fiorentino: “da sempre la nostra azienda è impegnata in iniziative con finalità benefiche e sociali. Abbiamo quindi deciso di sostenere con entusiasmo il progetto, coerente con i nostri obiettivi di promozione dello sport e valorizzazione del territorio. E condividiamo l’obiettivo, attraverso il tennis,  di diminuire i pregiudizi nei confronti dei disabili e aiutarli a migliorare le proprie capacità e l’autonomia”.

Schierato con “Viva il tennis” anche il mondo dello sport. Stamani a Castiglion Fiorentino sono intervenuti Giorgio Cerbai, Delegato provinciale del Coni; Guido Turi Consigliere Nazionale della FIT e Luigi Brunetti, Presidente del Comitato Regionale Toscana della Federazione Italiana Tennis, che ha dichiarato: “fatti e non parole: credo che nessun detto sia adatti meglio a questa iniziativa che il tennis castiglionese ha deciso di intraprendere. Credo infatti che in passato siano stati molti i discorsi retorici e che altri ne vengano fatti e altri ancora ci saranno in futuro ma quel che conta è partecipare attivamente con qualsiasi mezzo all’inserimento della persona disabile. Quindi niente di meglio dell’attività sportiva si presta a questo compito che arricchisce che se ne fa carico ed è motivo di gioia per chi la pratica“.



29/11/2016
E' in edicola TENNIS MATCH di Dicembre


Numero dedicato principalmente alle vittorie di Murray alle ATP Finals di Londra e di Cibulkova al Masters femminile di Singapore. Alessandro Terziani, inviato a Londra, tratteggia il ritratto di Kei Nishikori ovvero L'arte di essere sempre a un passo dai più forti.

Le rubriche: Ho sognato Federer... (Semeraro), Vagabondo per mestiere (D'Adamo) / Era Murray... (Azzolini-Fidecaro); intervista a Andy Murray (Cicchitti); Ritratti: Nishikori (Terziani), Thiem (Cicchitti) / Buona Dominika! Maestra Cibulkova (Barbiani); Intervista: Cibulkova (Barbiani); Intervista: Kuznetsova (Barbiani) / Servizi: Come investono i campioni del tennis (Capobianco); La prima volta di Napolitano (Facchinetti) / Tennis Market: Fognini dice Hydrogen (D'Alessandro) / Tennis UISP: Il torneo metropolitano a Roma / New Country Frascati: Il bilancio di un anno speciale / Appendice: La Coppa di Del Potro Doppio Vanni a Brescia e Andria (Bartolozzi).


27/11/2016
Atp Tour Challenger Andria: Grande uno-due di Vanni

Lucone Vanni chiude come meglio non si potrebbe il 2016 andando a segno nel Challenger di Andria, dopo la splendida vittoria ottenuta a Brescia la scorsa settimana.
Nell'ultimo atto Luca ha superato la sorpresa del torneo il giovane romano Berrettini che era giunto all'ultimo atto della manifestazione dopo aver superato l'ex top five Tommy Robredo.
Il foianese ha chiuso con due break consecutivi gestendo al meglio la partita dopo aver ceduto la prima frazione. Nel penultimo atto Vanni aveva sconfitto la testa di serie n.1 l'ucraino Sergy Stakhovsky, mentre sin dai primi turni Luca era riuscito ad uscire vittorioso contro avversari dalla "buona mano" come Galovic, Marti, Setkic.
Da segnalare che il vincitore del torneo nelle ultime due settimane ha disputato ben 11 tiebreak vincendone 10.
Luca chiude quindi la stagione al n. 157 della classifica Atp, con all'attivo 383 punti (ricordiamo che la classifica conteggia 18 tornei), di cui 280 ottenuti nei 3 challenger vittoriosi, segno quindi di una stagione travagliata, ma esplosiva nel finale.
Guarda l'intervista rilasciata da Luca al termine del Torneo di Brescia, dove ripercorre con estrema lucidità, umiltà e serietà la stagione appena trascorsa. Un inizio anno condito da qualche sconfitta sfortunata che potevano da subito "far girare la stagione". Una primavera molto difficile condita da problemi fisici, una buona estate, qualche suo errore! (lo dice nell'intervista) e un esaltante finale.
Luca appare carico per un grande 2017, visto che fino a Luglio prossimo, avrà pochi punti da difendere in classifica, e il miglioramento del suo best ranking (100) potrebbe essere un obiettivo raggiungibile. 
Auguri davvero.

Atp Tour Challenger Andria
1t: Vanni b. Galovic 76(4) 76(6)
2t: Vanni b. Marti 64 76(4)
Qf: Vanni b.Sektic 76(4) 76(6)
Sf: Vanni b. Stakhovsky 64 26 62
FF: Vanni b.Berrettini 57 60 63 


27/11/2016
Play out A1: Tc Sinalunga supera Pavia nella gara di andata

Una vittoria che nessuno si aspettava e che tiene in corsa il Tc Sinalunga per una salvezza ancora molto difficile da raggiungere. La corazzata pavese, oltre a Collarini ed Henrich,  nel ritorno tra sette giorni  potrà contare anche sul Davisman croato Franko Skugor (145 ATP), oggi impegnato nella finalissima di coppa Davis tra Croazia ed Argentina.

La splendida vittoria odierna si è materializzata sopratutto grazie all'impresa di Pietro Licciardi che ha superato l'italo argentino Collarini (Top 200 ATP) al termine di un match perfetto. Negli altri singolari, vittoria schiacciante per Nahuel Fracassi (al rientro dall'infortunio alla spalla) e gran vittoria per Daniele Bracciali che ha infiammato il numeroso pubblico con colpi spettacolari a ripetizione in un match comunque molto duro che lo vedeva opposto al giovane talentuoso De Rossi. Bracciali/Licciardi in un doppio senza storia hanno regalato il quarto punto dell'incontro. Da segnalare purtroppo il ritiro di Nahuel Fracassi durante il doppio per il riacutizzarsi dell'infortunio alla spalla.

Appuntamento a domenica prossima sui campi veloci di Pavia con il sogno di poter conquistare un'altra storica ed incredibile  salvezza.

TC Sinalunga - AMP Pavia 4-2

Licciardi vs Collarini         76 (75) 64

Galuppo vs Henrich         p.r.

Bracciali vs De Rossi        76 (73)  64

Fracassi vs Comasco        61 60

Bracciali/Licciardi  vs De Rossi/Chiesa      60 62

Galuppo/Fracassi  vs Collarini/Henrich     03 rit



27/11/2016
Nuovi Ufficiali di Gara Federali

Dopo la sessione di esame di ieri, sono stati nominati nuovi Ufficiali di Gara Federali (ex GAC2/GAT2) in tutte le province toscane.
Tra gli altri, hanno ricevuto la nomina gli aretini Fabio Giuliattini e Adriano Spataffi.


22/11/2016
Il Ct Giotto premiato come miglior circolo giovanile toscano


Il Ct Giotto di Arezzo è il miglior circolo della Toscana a livello giovanile. L'importante riconoscimento è arrivato direttamente dal comitato regionale in occasione della festa di fine stagione che, a Firenze, ha riunito gli atleti, i tecnici e i dirigenti che nel 2016 hanno contribuito ai successi del tennis toscano. In questa occasione, il Giotto ha fatto incetta di premi e ha meritato ben quattro riconoscimenti. Il più importante è la vittoria del "Trofeo Toscana Giovanile" quale miglior circolo per i risultati ottenuti nelle categorie under, poi sono arrivati il terzo posto nella classifica del "Trofeo Toscana Assoluto" che considera anche le attività delle prime squadre, il premio a Luca Benvenuti come miglior dirigente e il riconoscimento all'Under14 femminile per la vittoria del titolo italiano.


21/11/2016
Atp Tour Challenger: Luca Leone di Brescia

Luca Vanni centra un clamoroso successo nel prestigioso torneo lombardo.
La velocissima superficie ha esaltato il pivot foianese che nel corso della finale è riuscito a superare il talentuoso Laurynas Grigelis (con il quale era sotto 0/2 nei precedenti incontri), recuperando da prima un break di svantaggio nel terzo set, per poi fallire 3 match point consecutivi sul 63 nel tiebreak (di cui 2 sul suo servizio), annullare un matchpoint sul 67 e chiudere con un emozionante 10/8 finale.
In precedenza Luca era uscito indenne da 2 tiebreak finali di terzo set, prima contro il forte sloveno Kavcic, poi contro lo spagnolo Tommy Robredo ex top ten qualche anno fa.
In questo torneo il foianese ha vinto 5 dei 6 tiebreak disputati, segno di grande lucidità nei momenti importanti del match.
Per Luca si tratta del terzo successo in carriera nei challenger, dopo quello ottenuto l'anno scorso a Portoroz in Slovenia e quello di Segovia in Spagna.
Luca terminerà la stagione dentro i primi 180 giocatori del mondo.

Atp Tour Challenger Brescia 42.500 $
1t: Vanni b. Travaglia 75 63
2t: Vanni b. Kavcic 63 46 76(4)
Qf: Vanni b. Robredo 57 76(7) 76(5)

Sf: Vanni b. Lacko 64 76(4)
F: Vanni B. Grigelis 67(5) 64 76(8) 


4/11/2016
Campionati Provinciali TPRA: Junior Tc Lim45 M e Open F


6/10/2016
Junior Tc Arezzo MASTER Doppio 4^ cat. m: Osvaldo Fratini e Gianluca Rossi "Maestri" di doppio


Finale: Fratini/Rossi b. Cerofolini/Fumagalli 64 75

TABELLONI


23/10/2016
Serie A1: TC Sinalunga esordio casalingo amaro

Non riesce il miracolo sportivo alla squadra della Valdichiana, sconfitta nell'incontro casalingo che lo vedeva opposto ai fortissimi giocatori del TC Crema, la favorita del girone.
Come domenica scorsa, i locali sostenuti come sempre da un folto pubblico, sono riusciti a centrare due successi parziali non sufficienti ad evitare la sconfitta.
Da segnalare nella giornata: il brutto stiramento occorso a Nahuel Fracassi che lo ha visto uscire anzitempo nel suo incontro di doppio; la sfortunata prova di Daniele Bracciali che non è riuscito a sfruttare un set point sul 54 nella prima frazione e un ulteriore 15/40 in suo favore nel game successivo, prima di cedere nel secondo set e soprattutto il grande successo ottenuto da Pietro Licciardi che dopo oltre 2 ore di gioco ha avuto la meglio sul talentuoso ma discontinuo kazako Andrei Golubev, giocatore che ricordiamo, l'anno scorso ha sconfitto i nostri azzurri di Coppa Davis. Licciardi è stato bravo a risollevarsi da 36 45  e un break di svantaggio e a chiudere al quarto matchpoint in un decimo game del terzo set da cardiopalma.
Domenica prossima, trasferta capitolina contro la compagine di Due Ponti Roma.


TC Sinalunga - TC Crema 24
Licciardi (S) b. Golubev 36 75 64
Ungur b. Galuppo 61 61
Sinicropi b. Bracciali 75 62
Coppini b. Fracassi 63 61
Golubev/Ungur b. Fracassi/La Cognata 63 01 rit.
Bracciali/Oleznjchak (S) b. Coppini/Sinicropi 75 26 106  


22/10/2016
Al Tc Castiglionese il premio speciale FIT 2016


Di seguito il comunicato del Tc Castiglionese a cui aggiungiamo i nostri complimenti

Ieri è arrivata la comunicazione da parte della FIT che il Comitato Regionale Toscano ha deciso di assegnare al Tennis Club Castiglionese il Premio Speciale 2016, come giusto riconoscimento per l'attività che da tempo svolge con grande impegno sportivo nei vari settori della promozione e propaganda, addestramento, organizzazione ed agonistico, divulgando, quindi, l'immagine del Tennis Toscano, in termini di prestigio, anche a livello nazionale.
La consegna del Premio avrà luogo in occasione dell'Assemblea Regionale in programma sabato 29 ottobre a Firenze.
Il premio è anche il frutto dell'impegno di un Consiglio Direttivo che, negli ultimi due anni, ha investito molto in strutture, risorse umane e progetti per il sociale: il nuovo campo 3 in Play-It di nuova generazione, il rifacimento integrale del manto del campo 2 e del campo della Maria, la sostituzione dell'impianto di illuminazione interna ai palloni 1 e 2, il potenziamento dello Staff Tecnico che oggi può contare su 4 maestri, 1 preparatore atletico ed 1 preparatrice mentale, i tanti progetti a titolo gratuito dedicati alle Scuole Primarie e dell?Infanzia ed il Progetto VIVA il Tennis dedicato ai ragazzi con disabilità mentali, uno sforzo incredibile per un Circolo come il nostro ma che sta dando delle soddisfazioni incredibili a tutti i partecipanti al progetto.
La visita al nostro Circolo da parte della Federazione Italiana Tennis dello scorso 11 Aprile, ha fatto scoprire un mondo nuovo all'Avv. Guido Turi, Consigliere Nazionale FIT con delega all'Organizzazione Periferica, che è rimasto piacevolmente impressionato dai numeri , dalla qualità delle strutture e dall'organizzazione di alto livello della Scuola Tennis del Tennis Club Castiglionese.
Il Tennis Club Castiglionese, infatti, con i suoi 354 tesserati FIT, è attualmente il 2° circolo per numero di tesserati in provincia di Arezzo ed il 111° a livello nazionale (su oltre 3.500 circoli affiliati alla FIT).
La scuola tennis con uno staff di 6 tecnici di alto profilo ed i suoi 123 ragazzi iscritti sono il vanto del Circolo.
I 231 soci ed una serie di eventi mondano/sportivi che hanno richiamato tanto pubblico ed attenzione da parte anche dei media, come la 24 ore ed il torneo Vintage, ne fanno uno dei circoli più dinamici del territorio aretino.
Un riconoscimento importante che il Consiglio Direttivo vuole, quindi, condividere con tutti i soci del Circolo, con tutti i ragazzi e genitori della Scuola tennis, con tutti i soci collaboratori e con tutto lo staff della Scuola Tennis e del Settore Agonistico.


19/10/2016
Serie A1: Tc Sinalunga alla prima tra le mura amiche


Il Tennis Club Sinalunga si prepara alla prima partita di Serie A1 giocata nei propri campi, in programma domenica 16 ottobre.
Ospite in Val di Chiana sarà il Tc Crema, non una squadra qualsiasi, anzi, l'unica che nella prima giornata si è presentata al gran completo senza risparmare i big.
Se dovessere essere così anche domenica, il circolo toscano dovrà vedersi innanzitutto da Matteo Donati, classe 1995, attuale numero 206 ATP e 10 in Italia.
Al numero 2 c'è Andrey Golubev ex 33 Atp e vincitore di Amburgo 2010, poi i giocatori obbligati: l'8+ Adrian  Ungur (300 Atp) e un giovane del vivaio tra i diciottenni Coppini (che ha giocato domenica scorsa) e Mora. Tra gli altri attenzione a Sinicropi 2.1 e agli 8+ Melchiorre e Menga.

Dunque giornata difficile per i toscani che punteranno preobabilmente su Licciardi, sul maestro Galuppo (vivaio) e sull'idolo di casa 8+ Fracassi, autore di un'ottima prova domenica purtroppo non coincisa con una vittoria. Oltre ai tre citati la scelta sarà tra un ritrovato Daniele Bracciali (due punti su due domenica scorsa), il giovane Perinti, l'attesissimo Kubot o il russo Olejniczak (in foto con Bracciali).

La scorsa giornata, Sinalunga ha ceduto 4-2 in casa del Tc Massa Lombarda mentre il Tc Crema è in testa per aver battuto con il medesimo risultato il Due Ponti Roma di Potito Starace.


11/10/2016
Intervista a Giulia Capocci, campionessa italiana wheelchair


Giulia ci vede da lontano e ci viene incontro con la sua carrozzina lungo i vialetti del Ct Giotto di Arezzo. Orgogliosa, ci mostra i due scudetti tricolori conquistati in singolo e doppio ai Campionati Italiani al Tc Monviso. Ogni metro che percorriamo, la neocampionessa italiana è fermata dai soci del circolo aretino che si complimentano con lei. Giulia Capocci, 24 anni, valdarnese di Terranuova, è diventata la beniamina adottiva del Ct Giotto.

Giulia, quando hai iniziato a giocare a tennis?

A 10 anni al Tc Montevarchi con il maestro Andrea Chechi. Nel 2012 ho vinto diversi tornei di 4^ categoria e sono stata promossa alla categoria superiore. Nel frattempo avevo iniziato a collaborare con il mio maestro e avevo conseguito la qualifica di istruttrice PTR e FIT.

Poi cosa è successo?

A febbraio 2013 mi sono rotta il menisco e mi sono dovuta operare al ginocchio destro. In fase di riabilitazione ho iniziato gradualmente a perdere la mobilità e la sensibilità della gamba destra, a partire dal piede fino a giungere, nell'arco di un anno, all'anca e al gluteo. Dai sintomi, in un primo momento, mi era stata diagnosticata una malattia rara, un'algodistrofia o CPRS (Sindrome Dolorosa Regionale Complessa). Ma ancora, a oltre tre anni di distanza, i medici non sono ancora giunti a una diagnosi definitiva. L'unica cosa certa è che a 21 anni mi sono ritrovata su una sedia a rotelle, in fondo a un tunnel buio in cui non scorgevo più la luce.

Fino a quando non hai riscoperto la tua grande passione?

Già. Stavo attraversando un periodo di grande depressione quando, quasi per caso, nell'estate 2014 ho assistito a un torneo Wheelchair dove ho fatto amicizia con dei giocatori. Mi hanno invitato a seguirli anche in altri tornei e presto mi sono nuovamente ritrovata con la racchetta in mano. Ho subito capito che il tennis sarebbe stato nuovamente la mia vita.

Ti mancava però un circolo dove poterti allenare...

E qui subentra il Ct Giotto che, grazie all'interessamento del Direttore Generale Jacopo Bramanti, mi ha accolto a braccia aperte e con grande entusiasmo. Dal settembre scorso, quando non sono in giro per tornei, mi alleno tutti i giorni con il maestro Giacomo Grazi e con la preparatrice fisica Ester Baschirotto.

Quando hai iniziato ufficialmente la tua seconda carriera tennistica?

Mi sono tesserata a settembre e, a dicembre, ho preso parte al mio primo torneo nazionale a Padova. Sono stata inserita nel secondo tabellone maschile ed è stata subito vittoria. Da allora è proseguita in modo intenso la mia attività nazionale e internazionale. Sono arrivati i successi di Brescia e Antibes e la convocazione nella rappresentativa azzurra.

Successi culminati con la vittoria in singolo e in doppio ai Campionati Italiani...

Sinceramente speravo di arrivare in finale, ma non pensavo di poter superare Marianna Lauro, numero uno d'Italia e mia compagna in nazionale. Nel primo set ero completamente bloccata, poi ho avuto una reazione d'orgoglio ed è arrivato il titolo in rimonta.

Dopo l'ultimo punto, a chi è andato il primo pensiero?

Ai miei genitori, ai miei maestri e al Ct Giotto.

Sullo slancio, hai giocato un gran torneo internazionale, la settimana successiva, sempre a Torino...

Si, sulla carta avevo un sorteggio proibitivo. Ma sulle ali dell'entusiasmo ho superato la n.15 e la n.23 mondiale per poi arrendermi, solo al terzo set, in semifinale contro la n.9. Grazie a questi risultati ho raggiunto la 36esima posizione mondiale.

Rimpianti per non aver potuto partecipare alle Paralimpiadi di Rio?

Sinceramente, no. Quando è stata stilata la lista dei partecipanti non avevo ancora una classifica internazionale sufficiente. Sarebbe stato bello essere a Rio, ma sarebbe avvenuto tutto troppo in fretta. In fondo, ho iniziato la mia esperienza nel Wheelchair solo 10 mesi fa.

Prossimi obiettivi?

Allenarmi duramente, partecipare ai più importanti tornei internazionali e scalare la classifica mondiale. E tra quattro anni, a Tokio, giocare le mie prime Olimpiadi con tanta  consapevolezza ed esperienza in più.

Cosa ti ha insegnato il tennis in questi anni?

Che nel campo, come nella vita, non bisogna mollare mai.

 

(Intervista di Alessandro Terziani pubblicata sul numero di ottobre de Il Tennis Italiano)



20/9/2016
Grande festa per la premiazione dei vincitori delle classifiche CVA


Si è svolta presso il Ristorante Il Fantasista di Arezzo, con la partecipazione di ben 80 ospiti, la tradizionale premiazione di tutti i vincitori delle varie classifiche CVA.

under 10 maschile: Betti Edoardo (Junior Perugia)
under 10 femminile: Ricci Gemma (Ct Arezzo)
under 12 maschile: Joghtapour Nader (Junior Tc Arezzo)
under 12 femminle: Mancini Lavinia (Junior Tc Arezzo)
under 14 maschile: Malfetti Amedeo (Tc Sinalunga)
under 14 femminile: Mancini Lavinia (Junior Tc Arezzo)
under 16 maschile: Rezzesi Alexander (Centro Tennis Perugia)

3^ categoria maschile: Catani Leonardo (Tc Cortona)
3^ categoria femminile: Frappi Poldini Francesca (Junior Tc Arezzo)
4^ categoria maschile: Bruni Nico (At Subbiano)
4^ categoria femminile: Masci Chiara (Ct La Fantina)

over 45 maschile: Iodice Andrea (Ct Giotto)
over 50 maschile: Malfetti Stefano (Tc Sinalunga)
over 55 maschile: Sprugnoli Alessandro (Tc Sinalunga)


doppio 4^ cat. maschile: Donati Alberto (Ct Giotto) - Paolozzi Paolo (Ct Arezzo)


GALLERY


6/10/2016
Albo d'Oro vincitori Classifiche e Master CVA

Albo d'Oro 1996-2016.


23/9/2016
CVA At Subbiano Doppio 4^ cat.: trionfano Cerofolini/Fumagalli


E' stata una finale casalinga per 3/4 quella dell'ultima tappa CVA 2016.
Dei quattro partecipanti, infatti, ben tre erano tesserati per il circolo ospitante. Si sono sfidate le coppie formate dallo specialista di doppio Amedeo Necci con Nico Bruni, già campione di diverse tappe e della classifica finale nel circuito di singolare di IV cat, e da Marco Cerofolini con l'unico atleta non tesserato At Subbiano Andrea Fumagalli (Junior Tc Arezzo), fortissimo giocatore che la recente paternità ha allontanato dalle gare di singolare per diversi mesi, ma che si è ben distinto nei tornei di doppio come dimostra la finale al torneo Open organizzato proprio allo Junior.

Si sono imposti Cerofolini/Fumagalli che saranno tra le coppie favorite anche nel Master che si svolgerà Allo Junior Tc Arezzo dal 29 ottobre al 1 novembre.

L'ultima tappa ha pure certificato la vittoria del circuito della coppia composta da Alberto Donati (Ct Giotto) e Paolo Paolozzi (Ct Arezzo)
.

Finale: Cerofolini/Fumagalli b. Bruni/Necci 63 64

TABELLONI



16/9/2016
CAMPIONATI PROVINCIALI TPRA


E' Stato definito il Calendario dei Campionati Provinciali TPRA 2016/2017.

Gli incontri si giocheranno nei fine settimana e saranno un set ai 9 game con vantaggio AWT.

8-16 Ottobre 2016 Tc Castiglionese: Singolare Limit 45 Maschile e Singolare Open Femminile

22-30 Ottobre 2016 Ct Sansepolcro: Singolare Open m/f

5-13 Novembre 2016 Junior Tc Arezzo: Singolare Limit 45 M e Singolare Open F

19-27 Novembre 2016 Ct Arezzo: Singolare Open m/f

3-11 Dicembre 2016 Tc Cortona Camucia:
Singolare Limit 45 m e Singolare Open F

17-18 Dicembre 2016 Junior Tc Arezzo
: Doppio Misto

7-29 Gennaio 2017: At Subbiano: Singolare Open m/f e Doppio Open M

4-12 Febbraio 2017 Ct Giotto:  MASTER Sing Open m/f

Rimane da assegnare il master Maschile Limit 45

Info e Iscrizioni sul sito TPRA tennis.

Attenzione: il calendario nel sito è in fase di caricamento, potrebbero esserci dati incompleti o errati.




Pagina: 1 2   3   4   5   6   7   8   9   10   >>